La Porsche è pronta a sostenere un massiccio investimento per il futuro: 6 miliardi di euro per l’elettrificazione della propria gamma entro il 2022. Un segnale forte che rimarca la volontà da parte della Casa di puntare, sempre più, su veicoli “ecofriendly”. La capostipite dell’era a emissioni zero sarà la Mission E di serie, che grazie a un investimento di 500 milioni di euro permetterà anche lo sviluppo di ulteriori varianti basate sulla medesima piattaforma. L’elettrificazione della gamma esistente, invece, costerà approssimativamente intorno al miliardo di euro. Di non molto inferiore, 700 milioni di euro, il costo per la realizzazione di infrastrutture per la ricarica e soluzioni di mobilità alternativa.

L’annuncio dell’importante progetto commerciale è stata l’occasione per ribadire i “numeri” della Mission E. Alimentata da due unità elettriche da oltre 600 CV di potenza complessiva. La sportiva (1,3 metri di altezza) avrà un sistema di Torque Vectoring che distribuirà la trazione su ogni singola ruota. In questo modo, l’accelerazione da 0 a 100 chilometri all’ora sarà archiviata in 3,5 secondi (12 per arrivare a 200). Anche i tempi di ricarica dovrebbero essere da primato: l’80% del “pieno” (vale a dire circa 400 chilometri di autonomia teorica: 500 è quella massima con il 100% del rifornimento) in appena un quarto d’ora grazie al nuovo sistema da 800 Volt.